Gentoo Forums
Gentoo Forums
Gentoo Forums
Quick Search: in
Thread ufficiale su Paludis
View unanswered posts
View posts from last 24 hours
View posts from last 7 days

Goto page Previous  1, 2, 3, 4, 5, 6  Next  
Reply to topic    Gentoo Forums Forum Index Forum italiano (Italian) Risorse italiane (documentazione e tools)
View previous topic :: View next topic  
Author Message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Mon Jan 21, 2008 10:01 pm    Post subject: Reply with quote

ti ringrazio, sicuramente ti stressero' in caso di problemi (speriamo di no :p) A quanto pare sembra abbastanza lineare come cosa, vedremo sul campo :)

Mi sfugge in cosa siano diversi i tree (a aprte la locazione) visto che sia portage sia paludis usano gli ebuild: forse digest e compagnia bella? Immagino avro' comunque {portage_dir|paludis_dir}/app-misc/pippo/pippo-2.1-r5.ebuild no? Cmq, mi sembra marginale, posso permettermi di tenere cmq 2 copie di portage. Puo' partire la sperimentazione :wink:
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Mon Jan 21, 2008 10:18 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
ti ringrazio, sicuramente ti stressero' in caso di problemi (speriamo di no :p) A quanto pare sembra abbastanza lineare come cosa, vedremo sul campo :)

Mi sfugge in cosa siano diversi i tree (a aprte la locazione) visto che sia portage sia paludis usano gli ebuild: forse digest e compagnia bella? Immagino avro' comunque {portage_dir|paludis_dir}/app-misc/pippo/pippo-2.1-r5.ebuild no? Cmq, mi sembra marginale, posso permettermi di tenere cmq 2 copie di portage. Puo' partire la sperimentazione :wink:


Confermo che i due tree differirebbero solo per la locazione.

Ora che ci penso comunque non ha neanche tanto senso averne due ^_^
È solo spazio sprecato, visto che in entrambi i casi "l'attore" è rsync e se non fa "danni" con Portage di certo non ne fa con Paludis :)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 1:26 pm    Post subject: Reply with quote

primo problema: emerso paludis, non vi e' traccia dello script di migrazione. I link agli howto di migrazione portano a pagine inesistenti, il sito ufficiale non dice nulla sulla migrazione ne' tantomeno sulle useflag del pacchetto. Come approccio non e' un granche' onestamente, provo a riemergerlo con la flag "portage" e vediamo cosa succede.... Dico io, dovrebbe essere la prima cosa scritta in testa alla documentazione ufficiale visto che il 99% dell'utenza arriva da portage... Sono ciecato io?
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 1:41 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
primo problema: emerso paludis, non vi e' traccia dello script di migrazione. I link agli howto di migrazione portano a pagine inesistenti, il sito ufficiale non dice nulla sulla migrazione ne' tantomeno sulle useflag del pacchetto.


Uhm, guarda che la prima sezione della home page é "Overview" e subito sotto trovi "Getting Started".
Forse hai dato un'occhiata troppo veloce ;)

Lo script non é compreso in paludis, é fornito in quella pagina.

Quali sarebbero i link che non funzionano? Cosí li possiamo correggere o far correggere ;)

Per informazioni sulle USE flags:
Code:

euse -i useflag

cosí come faresti per qualsiasi pacchetto.

Se hai altri problemi spara :)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 2:02 pm    Post subject: Reply with quote

ok la prima figura di m l'ho fatta, sotto con la prossima :lol:

per le use ho gia' usato euse, ma e' sempre un po' poco verboso per i miei gusti, speravo in qsa di piu' esaustivo... a sto punto riemergo senza la flag portage che dubito mi serva

tnx :)

PS i link morti sono tutti quelli che puntano all'howto x la migrazione in http://paludis.pioto.org/migration.html che non esiste piu'
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 3:06 pm    Post subject: Reply with quote

mi appaiono strani messaggi, che per ora non riesco a interpretare:

Code:
sovereign flocchini # paludis --sync
paludis@1201187022: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187022: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).

... e poi parte a syncare il portage... poi finisce e

 * Cleaning write cache for ebuild format repositories...
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187231: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/x-portage/*
paludis@1201187232: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187232: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/sabayon/*
paludis@1201187236: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187236: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/sunrise/*
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/vmware/*
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/xeffects/*
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
rm -fr /var/cache/paludis/metadata/zugaina/*
 * Done cleaning write cache for ebuild format repositories
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187239: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).

 * You have 1 unread news items (use 'eselect news' to read)

sovereign flocchini # eselect news
Usage: eselect news <action> <options>

Standard actions:
  help                      Display help text
  usage                     Display usage information
  version                   Display version information

Extra actions:
  count                     Show number of unread news items
  list                      List news items
  purge                     Purge read news items
  read <target>             Read a news item
    target                    News item ID (from 'list'action), or the special item 'new', to list
                              all new news items, or 'all', to show all items
  unread <target>           Unread a news item
    target                    News item ID (from 'list'action), or the special item 'all', to mark
                              all items as unread
sovereign flocchini # eselect read 1
!!! Error: Can't load module read
Killed
sovereign flocchini # eselect read list
!!! Error: Can't load module read
Killed
sovereign flocchini #


domanda: come faccio a eliminare un overlay adesso (ne ho dentro di non validi, tipo xeffects) ? agisco sempre con layman e poi rigenero la cache di paludis giusto?

E quella roba li' di eselect da dove spunta? E' dovuta a paludis o ad altro? :roll:

Mi trovo piu' spiazzato del previsto onestamente

EDIT: telecronaca diretta, ora sono 5 minuti buoni che sta cercando le dipendenze di keyboard-config dopo che ho seccato xkbdata nonostante sue le giuste rimostranze... l'avevo installato qualche giorno fa x fare delle prove cn la tastiera e ora vogli orimettere keyboard-config che e' il default

EDIT 2: dopo mezzora a scansionarsi tutti gli ebuild del mio sistema (immagino perche' fosse la prima volta, almeno lo spero :lol:) pare che sia d'accordo sull'installazione di xkeyboard-config, nonostante continui a spararmi fuori l'errore

Code:
paludis@1201189165: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201189165: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).


che a sto punto credo sia dovuto ad un overlay fatto a pene di segugio piu' che a un effettivo problema di paludis
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~


Last edited by flocchini on Thu Jan 24, 2008 3:42 pm; edited 1 time in total
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 3:41 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
mi appaiono strani messaggi, che per ora non riesco a interpretare:

Code:
sovereign flocchini # paludis --sync
paludis@1201187022: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/portage/profiles/', falling back to generated name 'x-portage' (ignore this message if you have yet to sync this repository).
paludis@1201187022: [QA] Couldn't open repo_name file in '/usr/local/layman/wschlich-testing/profiles/', falling back to generated name 'x-wschlich-testing' (ignore this message if you have yet to sync this repository).

... e poi parte a syncare il portage...




Dunque quei messaggi sono di "Quality Assurance". Ti sta dicendo che non riesce a trovare la cartella "profile" dei repository. Ciò accade operché è la prima volta che fai il sync.
Quando crei un nuovo repository "mio_repository" la prima volta che fai il sync dovresti passare il comando
Code:

paludis -s x-mio_repository

piuttosto che
Code:

paludis -s mio_repository

Questo vale solo per la prima volta.
Comunque sembra che a te stampi solo un messaggio di avvertimento, forse nelle ultime versioni non serve più anteporre "x-". Se leggi il messaggio, tra parentesi ti dice di ignorare l'avviso se è la prima volta che fai il sync.

Puoi settare il livello di verbosità di Paludis ussando la variabile di ambiente PALUDIS_OPTIONS che va inserita nel tuo file .bashrc.
Quella variabile può contenere anche altri settaggi che tu consideri utili. Nel mio caso ad esempio:
/root/.bashrc:

export PALUDIS_OPTIONS="--log-level warning --dl-reinstall if-use-changed --show-use-descriptions changed --show-reasons summary"


flocchini wrote:

domanda: come faccio a eliminare un overlay adesso? agisco sempre con layman e poi rigenero la cache di paludis giusto?


Layman funziona solo per Portage, almeno che non mi sbagli clamorosamente.

TUTTAVIA... :)
Nella penultima release rilasciata ieri o l'altro ieri si legge questo:
News for Paludis - 0.26.0_alpha8 wrote:

* Playman is now an "official" ruby demo script.
[...]

Questo significa che c'è un nuovo client che va a sostituire "layman". Io però non ho ancora avuto possibilità di provarlo.
Code:

$ ruby /usr/share/paludis/ruby/demos/playman.rb --help
Usage: /usr/share/paludis/ruby/demos/playman.rb [options] [overlay1] [overlay2] [...]

Options:
  --help, -h             Display a help message
  --version, -V          Display program version
  --log-level            Set log level (debug, qa, warning, slient)
  --environment, -E      Environment specification (class:suffix, both parts
                         optional, class must be 'paludis' if specified)
  --config-suffix, -c    Set configuration suffix (deprecated, use --environment)

  --list, -l             List available overlays.
  --add, -a              Add the given overlays.

  --no-names-cache       Disable the names cache for the added repos.
  --no-write-cache       Disable the write cache for the added repos.

Manages paludis configuration for layman overlays. Can add new overlays, and
list the currently available overlays from the global layman list.

If playman.tmpl exists in the Paludis repositories configuration directory, it
will be used as a template, with the strings @NAME@ and @SYNC@ replaced with
the name and sync URL of the overlay, respectively.  Otherwise, a builtin
default template will be used.

A occhio ti permette di aggiungere repositories ma non ancora rimuoverli ;)
Per eliminare un overlay basta che elimini il file relativo in /etc/paludis/repositories/ e cancelli la copia su disco. Poi in teoria dovrebbe bastare rigenerare la cache "installable"
Code:

paludis --regenerate-installable-cache



Altre info utili:

Repository ufficiale e overlay sono trattati tutti allo stesso modo.
I file di configurazione per i repositories si trovano in /etc/paludis/repositories/
Code:

$ ls /etc/paludis/repositories/
gentoo.conf  installed.conf  local.conf  paludis-overlay.conf

Io al momento ho 2 overlays, quello locale "local" e quello di paludis "paludis-overlay". Anche i pacchetti installati sono trattati come fossero un repository, infatti c'è "installed.conf" (dove setti alcune opzioni, tipo il metodo di caching, che riguarda i pacchetti installati).

Puoi impostare alcune opzioni di default per tutti i repository in /etc/paludis/repository_defaults.conf. Nel mio caso:
/etc/paludis/repository_defaults.conf:

profiles = ${ROOT}/var/paludis/repositories/gentoo/profiles/default-linux/x86/2007.0/desktop
eclassdirs = /var/paludis/repositories/gentoo/eclass
distdir = ${ROOT}/var/paludis/repositories/gentoo/distfiles

Per come è impostata Gentoo al momento più o meno tutti gli overlay dipendono dal tree ufficiale (appunto perché sono overlay e non repositories a parte). Con quel file imposti delle proprietà comuni.

QUI c'è tutto quello che vuoi sapere sulla configurazione di Paludis. Ogni dettaglio :)[/code]
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 3:45 pm    Post subject: Reply with quote

ok, tnx, procediamo 8)
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 3:45 pm    Post subject: Reply with quote

Prova a dare
Code:

paludis -s x-portage


e così anche per gli altri repository che hai.

Forse anteporre "x-" serve ancora :)

EDIT: riguardo eselect...
hai dato i comandi sbagliati (tipo "eselect read list").

Prova a dare
Code:

eselect news list

e poi
Code:

eselect news read xxxx

dove xxxx lo determini dal "list" ;)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 4:37 pm    Post subject: Reply with quote

grazie per la dritta su eselect, mea culpa, mai usato prima :)

per il problema sui 2 overlay nulla di risolto pero', continua a darmi l'errore. Ho spostato tutti gli overlay in /var/paludis/repositories e modificato opportunamente i conf, ho lasciato invece il portage in /usr/portage almeno sn sicuro di non fare troppi casini. Credo che il problema sui 2 overlay sia stato in fase di migrazione, infatti GUARDACASO sono gli unici 2 per i quali mi ha chiesto un nome, mentre ha fatto tutto in auto per zugaina, sabayon e gli altri.

Fatto sta che non c'e' sync che tenga, local e wschlich-testing non hanno sto maledetto repo_name che tra un po' gli creo a mano e buonanotte. Ma mi scoccia
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 4:54 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
grazie per la dritta su eselect, mea culpa, mai usato prima :)

per il problema sui 2 overlay nulla di risolto pero', continua a darmi l'errore. Ho spostato tutti gli overlay in /var/paludis/repositories e modificato opportunamente i conf, ho lasciato invece il portage in /usr/portage almeno sn sicuro di non fare troppi casini. Credo che il problema sui 2 overlay sia stato in fase di migrazione, infatti GUARDACASO sono gli unici 2 per i quali mi ha chiesto un nome, mentre ha fatto tutto in auto per zugaina, sabayon e gli altri.

Fatto sta che non c'e' sync che tenga, local e wschlich-testing non hanno sto maledetto repo_name che tra un po' gli creo a mano e buonanotte. Ma mi scoccia


Beh tutti i messaggi che ricevi sono QA e non warning. I messaggi QA indicano mancanze dal lato del servizio e non dell'utente.
In più non sono errori, bensì delle segnalazioni.

Ogni repository deve avere una cartella "profiles" con il seguente contenuto:
Code:

$ ls /var/paludis/repositories/local/profiles/
categories  repo_name  thirdpartymirrors

- categories contiene la lista delle categorie di pacchetti disponibili. Nel mio caso:
Code:

gio@localhost ~ $ cat /var/paludis/repositories/local/profiles/categories
app-portage
media-video
dev-util
dev-java
games-fps
gio@localhost ~ $ ls /var/paludis/repositories/local/
app-portage  dev-java  dev-util  games-fps  media-video  profiles

- repo_name nome del repository.
Code:

gio@localhost ~ $ cat /var/paludis/repositories/local/profiles/repo_name
local

- thirdpartymirrors una copia dello stesso file che trovi anche in portage (per recuperare i sorgenti)
Se queste componenti mancano Paludis riesce di solito ad assegnare dei valori di default o ignorare il problema. Però segnala la cosa.

Il repository "local" è responsabilità tua, quindi puoi andare a sistemarlo e aggiungere quello che ti manca.

Per quanto riguarda l'altro repository, non c'è nulla che tu possa fare, in quanto ad ogni sync le tue modifiche andrebbero perse.
Sono i gestori del repository che dovrebbero conformarlo agli standard ;)
Come vedi Paludis è piuttosto rigido e pretende qualità.

Se ti stufi degli avvisi QA basta che la tua variabile PALUDIS_OPTIONS contenga "--log-level warning".
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 5:11 pm    Post subject: Reply with quote

ok, ci siamo :) aggiunto il repo_name a mano, paludis ha fatto il resto. Per local immaginavo che fosse "colpa" mia, cosi' come immaginavo che l'altro ebuild fosse fatto un po' a muzzo, l'importante e' capire come e perche': anche se i QA non sono importanti non posso non sapere perche' il mio package manager e' infelice :lol: Ho aggiunto anche io le tue opzioni al bashrc di paludis, in effetti di default mi sembrano utili

Ora ci smanetto un po', soprattutto voglio fare un po' di pulizia tra i pacchetti non utilizzati e le dipendenze orfane come facevo una volta con il compianto unclepine di xchris :wink:

grazie del supporto, fino ad ora e per il futuro :)
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 24, 2008 6:20 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:

Ora ci smanetto un po', soprattutto voglio fare un po' di pulizia tra i pacchetti non utilizzati e le dipendenze orfane come facevo una volta con il compianto unclepine di xchris :wink:

Ti consiglio di dare un'occhiata alla documentazione nel sito.
Non è troppo vasta e in una decina minuti avrai una visione generale di Paludis, delle sue opzioni e delle possibilità che ti offre.

La sezione delle FAQ è importante. Dacci un'occhiata.
Tra l'altro ho appena visto che c'è una nuova sezione che riguarda i repository e la storia del "x-". ;)

flocchini wrote:

grazie del supporto, fino ad ora e per il futuro :)

Di nulla, figurati ;)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Fri Jan 25, 2008 12:14 am    Post subject: Reply with quote

si si sto finendo di spulciare tutto... Le FAQ hanno si' delle spiegazioni ma per capire come gira c'e' bisogno comunque di smanettarci. Non capisco ad esempio perche' una volta che tenta di nominarlo con x- non trovando di meglio, poi tutte le volte rompa le scatole... L'hai nominato con la x? E tieniti quel nome accidenti

cmq ho emerso (o ora si deve dire "paludato"? :lol:) un po' di pacchetti, fatto pulizia degli unused (che godimento 8) ) e fatto degli aggiornamenti... Per ora fila tutto liscio liscio, sono soddisfatto :)

una sola cosa: mi e' capitato di leggere alla fine della compilazione "your action required", si riferisce ad etc-update vero? Che in effetti aveva da aggiornare e ha fatto il suo mestiere come al solito... Nella doc non ho ancora trovato traccia di questo passaggio

jordan83 wrote:

temo di doverti deludere ma non mi pare che Paludis offra tali funzionalità.
Devi tenere conto che il progetto è giovane e comunque al momento ci sono altre priorità rispetto a funzioni "di contorno" (che comunque non dico non siano importanti).

Utility come forcekeymask esulano dalle funzionalità "core" di un gestore di pacchetti.

Col tempo tali script salteranno fuori, mano a mano che Paludis verrà utilizzato di più.
Per dire, al momento mancano anche utility per le useflag come ufed. Ci vuole un po' di tempo ;)


sperando che di tempo ne sia passato abbastanza, domani mi dedichero' anche a questo :)
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Fri Jan 25, 2008 9:46 am    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
si si sto finendo di spulciare tutto... Le FAQ hanno si' delle spiegazioni ma per capire come gira c'e' bisogno comunque di smanettarci. Non capisco ad esempio perche' una volta che tenta di nominarlo con x- non trovando di meglio, poi tutte le volte rompa le scatole... L'hai nominato con la x? E tieniti quel nome accidenti

Paludis da un nome autogenerato giusto per risolvere il problema temporaneamente (visto che non è un problema "fondamentale") tuttavia non può soprassedere sulla cosa, perché non è in regola :)

Deve rompere le balle, e anche bene, così noi utenti le rompiamo agli sviluppatori e loro correggono i loro bug... :mrgreen:

flocchini wrote:

una sola cosa: mi e' capitato di leggere alla fine della compilazione "your action required", si riferisce ad etc-update vero? Che in effetti aveva da aggiornare e ha fatto il suo mestiere come al solito... Nella doc non ho ancora trovato traccia di questo passaggio

Hai indovinato ;)

flocchini wrote:

jordan83 wrote:

temo di doverti deludere ma non mi pare che Paludis offra tali funzionalità.
Devi tenere conto che il progetto è giovane e comunque al momento ci sono altre priorità rispetto a funzioni "di contorno" (che comunque non dico non siano importanti).

Utility come forcekeymask esulano dalle funzionalità "core" di un gestore di pacchetti.

Col tempo tali script salteranno fuori, mano a mano che Paludis verrà utilizzato di più.
Per dire, al momento mancano anche utility per le useflag come ufed. Ci vuole un po' di tempo ;)


sperando che di tempo ne sia passato abbastanza, domani mi dedichero' anche a questo :)

Da quel che ne so io non ci sono ancora cose equivalenti a "ufed" e "forcekeymask".
Di certo scrivere due utility così in python non dovrebbe essere difficilissimo.

In compenso parte di quello che fa "forcekeymask" lo puoi ottenere sfruttando lo switch
Code:

  --dl-override-masks    Zero or more mask kinds that can be overridden as necessary (default: tilde-keyword and license)
      none                 None (overrides defaults, not user selections)
      tilde-keyword        Keyword masks where accepting ~ would work
      unkeyworded          Keyword masks where a package is unkeyworded
      repository           Repository masks
      profile              Deprecated synonym for repository
      license              License masks

Ti elencherà i pacchetti che sono mascherati e bloccano l'installazione all'inizio dell'output, così sarà abbastanza facile aggiungerli a package_unmask.conf e/o keywords.conf
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
flocchini
Veteran
Veteran


Joined: 17 May 2003
Posts: 1124
Location: Milano, Italy

PostPosted: Sun Jan 27, 2008 4:51 pm    Post subject: Reply with quote

mah... diciamo che sono un po' perplesso. Al di la' della sintassi e dei comandi volutamente (per non so quale motivo) diversificati da portage anche per le cose piu' banali, devo dire che e' molto macchinoso, oltre che lento contrariamente alla sbandierata velocita'. Non discuto, sara' aderente a 47 standard diversi, flessibile e ordinato ma alla fine il vecchio portage mi manca un po' per semplicita' e immediatezza. Ho spulciato il forum e il sito, ho trovato tutto quello che mi serve ma c'e' qualcosa che mi impedisce di amarlo. Dipendenza a portage dopo 5 anni di gentoo? Puo' essere, gli do un'altra settimana di tempo e vediamo
_________________
~~ Per amore della rosa si sopportano le spine... ~~
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Sun Jan 27, 2008 7:22 pm    Post subject: Reply with quote

flocchini wrote:
mah... diciamo che sono un po' perplesso. Al di la' della sintassi e dei comandi volutamente (per non so quale motivo) diversificati da portage anche per le cose piu' banali, devo dire che e' molto macchinoso, oltre che lento contrariamente alla sbandierata velocita'.

Per quanto riguarda la sintassi, certo è leggermente diversa da quella di Portage ma secondo me non è poi così difficile abituarsi.

Per quanto riguarda invece la velocità, devi tener conto del fatto che il collo di bottiglia è l'I/O. Ogni volta che Portage/Paludis fanno un calcolo delle dipendenze o una ricerca devono accedere a un numero enorme di file diversi.
Per ovviare a questa limitazione bisognerebbe cambiare il formato VDB e magari usare un database vero (o quanto meno sqlite) oppure si potrebbe creare una cache interamente contenuta in un file (come fa eix se non sbaglio) che potrebbe essere caricato velocemente in memoria.

Spero che in un futuro prossimo la cosa venga risolta... ;)

Comunque sia erano stati fatti dei test in passato e Paludis risulta essere un bel po' di volte più veloce di Portage (credo fosse tipo 6 volte più veloce). Per i motivi detti prima comunque è difficile fare di meglio... ^_^
flocchini wrote:

Non discuto, sara' aderente a 47 standard diversi, flessibile e ordinato ma alla fine il vecchio portage mi manca un po' per semplicita' e immediatezza. Ho spulciato il forum e il sito, ho trovato tutto quello che mi serve ma c'e' qualcosa che mi impedisce di amarlo. Dipendenza a portage dopo 5 anni di gentoo? Puo' essere, gli do un'altra settimana di tempo e vediamo

Beh qui entriamo nel campo dei gusti personali...
Ognuno dovrebbe chiaramente scegliere secondo i parametri che più lo rendono felice :)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
Cazzantonio
Bodhisattva
Bodhisattva


Joined: 20 Mar 2004
Posts: 4477
Location: In giro

PostPosted: Mon Jan 28, 2008 5:55 pm    Post subject: Reply with quote

Stavo provando anche io paludis e devo dire che concordo con fiocchini.
Trovo che la sua dinamica sia molto macchinosa... è vero che è più configurabile di portage, tuttavia certo non è pensato per essere immediato e subito funzionale (anche solo l'elevato numero di files di configurazione...).
Mentre portage è indirizzato a tutti i tipi di utenti (del terminale), trovo che paludis sia indirizzato soprattutto alla categoria dei programmatori smanettoni (e al loro gusto estetico).
Lo vedo soprattutto come un'ottima alternativa per chi ha davvero esigenze molto particolari... non per l'utilizzo di tutti i giorni (dove la macchinosità non è giustificata).
Mi domando... è necessario davvero stravolgere la struttura dei files di configurazione di portage? Non bastava una struttura simile a /etc/portage con dei files opzionali dove eventualmente inserire le features per-package con una sintassi nota?
Avevo provato paludis tempo addietro, e noto con disappunto che niente è cambiato da questo punto di vista. Ovviamente è una considerazione del tutto personale, tuttavia penso che se, anni addietro, gentoo avesse avuto paludis come packet manager avrei optato per un'altra distribuzione.
Ho dei problemi a descrivere praticamente cosa non mi piace perché è più una questione di feeling generale... trovo "quasi" esteticamente più soddisfacente apt (che pure è macchinoso).
Comunque è un po' più veloce, questo si, ma risente ancora della ENORME pecca di portage che è il suo gargantuesco albero da 252 mega. Se dovessi pensare ad un package manager diverso ne vorrei uno con un database di pacchetti più intelligente... E' ironico lavorare su una distro ottimizzandola e riducendola all'osso, e trovarsi ancora mezzo hard disk pieno dell'albero dei pacchetti... è moldo difficile far stare gentoo in meno di un giga...

Avanzo una proposta shock... e se le uniche informazioni da contenere nell'albero fossero le dipendenze e le use? In fondo quando faccio le ricerche sono le uniche cose importanti... tutto il resto dell'ebuild (le istruzioni su come compilarlo) potrebbe essere scaricato con il pacchetto stesso al momento dell'installazione...
Anche apt ha un albero di pacchetti, che contiene più o meno le stesse informazioni ma in modo molto più snello.
E' solo un'idea come un'altra, tuttavia in questo modo sarebbe fattibile un portage tree di dimensioni contenute (forse addirittura su un unico file, o su pochi file per ogni ramo dell'albero), una maggiore velocità di sync e un risparmio di banda, tempo e pazienza.
Sarebbe carino da proporre a qualche sviluppatore... anche solo per sentire la risata. Ne conoscete qualcuno?
_________________
Any man's death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bell tolls; it tolls for thee
-John Donne
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Mon Jan 28, 2008 6:52 pm    Post subject: Reply with quote

Cazzantonio wrote:
Stavo provando anche io paludis e devo dire che concordo con fiocchini.
Trovo che la sua dinamica sia molto macchinosa... è vero che è più configurabile di portage, tuttavia certo non è pensato per essere immediato e subito funzionale (anche solo l'elevato numero di files di configurazione...).

Uhm... qua non sono d'accordo, visto che il numero credo sia lo stesso.
"In più" ci sono i file dei set (=funzionalità che portage non ha) e quelli dei repository/overlay, che comunque praticamente equivalgono in termini di caratteri ad aggiungere la riga in make.conf.

I nomi dei files saranno diversi (ma non dirmi che non capisci qual è l'equivalente di package.keywords o package.unmask...) ma spero che questo non sia un grosso problema.
Ho l'impressione che si accetti senza troppi problemi il dover andare incontro a una guida ad-hoc per l'upgrade di un pacchetto, tipo openssl, e non si accetta di leggere e interpretare il nome e l'uso di una decina di file una volta nella vita... :P

Cazzantonio wrote:

...

Personalmente resto perplesso quando parlate di "macchinosità", in quanto non riesco bene a capire cosa intendiate :|
Se intendete messaggi di QA, warning e quant'altro dovreste riflettere se questo sia un problema di paludis o degli ebuild...

E non inquadro bene neanche quali possano essere le esigenze particolari per quali paludis sarebbe studiato, onestamente :)

Per quanto concerne l'estetica, vorrei invitarti a riflettere sul fatto che Paludis è giovane e ci sono cose "core" che vanno implementate prima di questa.
Anch'io trovo che paludis --help non sia la cosa più bella da vedere per un nuovo utente, ad esempio. Tuttavia per certe "finezze" ci vuole tempo, al momento ci sono altre priorità, viste le risorse (=men power) limitate ;)
Portage è arrivato ad essere quello che è dopo anni in cui molti ci hanno lavorato sopra :)
Il team di Paludis è più contenuto.

Le critiche sull'estetica sono giustissime, visto che l'usabilità è il fattore numero 1 per ogni software, tuttavia non trovo giusto farle proprio ora, visto che sarebbe come sparare sulla croce rossa :D
E comunque Ciaran e soci accettano patch dai volonterosi, ovviamente se si conformano alle direttive di sviluppo.

Cazzantonio wrote:

Ho dei problemi a descrivere praticamente cosa non mi piace perché è più una questione di feeling generale...

I problemi di feeling che tu stai sperimentando nell'uso di Paludis si risolvono solo col tempo (=un paio di settimane o di più, a seconda della persona).
Paludis non è Portage. Tornassi a portage ora, avrei lo stesso vostro problema (certo in forma minore essendo ex utente).

Cazzantonio wrote:

Avanzo una proposta shock... e se le uniche informazioni da contenere nell'albero fossero le dipendenze e le use? In fondo quando faccio le ricerche sono le uniche cose importanti... tutto il resto dell'ebuild (le istruzioni su come compilarlo) potrebbe essere scaricato con il pacchetto stesso al momento dell'installazione...
Anche apt ha un albero di pacchetti, che contiene più o meno le stesse informazioni ma in modo molto più snello.
E' solo un'idea come un'altra, tuttavia in questo modo sarebbe fattibile un portage tree di dimensioni contenute (forse addirittura su un unico file, o su pochi file per ogni ramo dell'albero), una maggiore velocità di sync e un risparmio di banda, tempo e pazienza.
Sarebbe carino da proporre a qualche sviluppatore... anche solo per sentire la risata. Ne conoscete qualcuno?

Personalmente mi trovi d'accordissimo, magari però terrei un file unico e non un albero di files...
Credo sia una cosa inaudita segare le gambe al package manager in questo modo...
Purtroppo Robbins è partito con questo approccio e ora non è facile cambiare.

Potresti lasciare un ticket a quelli di Paludis o un bug sul gestore dei bug di Portage.
Al 90% credo che entrambi i team siano già coscenti del problema ma mentre secondo me quelli di Portage non osano provare a mettere le mani sul codice, quelli di Paludis un giorno (spero) decideranno di implementare qualcosa di più efficente.
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
Cazzantonio
Bodhisattva
Bodhisattva


Joined: 20 Mar 2004
Posts: 4477
Location: In giro

PostPosted: Wed Jan 30, 2008 6:52 pm    Post subject: Reply with quote

jordan83 wrote:
Le critiche sull'estetica sono giustissime, visto che l'usabilità è il fattore numero 1 per ogni software, tuttavia non trovo giusto farle proprio ora, visto che sarebbe come sparare sulla croce rossa :D
No anzi! Lo sto provando... in ogni caso sono proprio sensazioni a pelle. Quando il progetto avrà raggiunto una forma definitiva lo riproverò di nuovo.
Quote:
Potresti lasciare un ticket a quelli di Paludis o un bug sul gestore dei bug di Portage.
Al 90% credo che entrambi i team siano già coscenti del problema ma mentre secondo me quelli di Portage non osano provare a mettere le mani sul codice, quelli di Paludis un giorno (spero) decideranno di implementare qualcosa di più efficente.

Non penso non gli sia venuto in mente... e se non gli è venuto in mente allora c'è poco da fare.
_________________
Any man's death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bell tolls; it tolls for thee
-John Donne
Back to top
View user's profile Send private message
cloc3
Advocate
Advocate


Joined: 13 Jan 2004
Posts: 4517
Location: http://www.gentoo-users.org/user/cloc3/

PostPosted: Wed Jan 30, 2008 10:27 pm    Post subject: Reply with quote

Cazzantonio wrote:

Comunque è un po' più veloce, questo si, ma risente ancora della ENORME pecca di portage che è il suo gargantuesco albero da 252 mega.

un modo per escludere rami di portage esiste.

non credo che 252 mega siano un grosso numero ai tempi odierni.
e comunque lo è ogni giorno di meno.
il problema grosso, semmai, è il numero dei file e degli accessi al file system.
può essere che, addirittura, la tua idea finirebbe per aggravarlo, perché vuoi spezzare in due o più parti degli oggetti che, al momento, sono unitari.

forse non è un caso se D.Robbins, fin dalle prime versioni di gentoo, abbia spinto l'uso di file system alternativi (all'epoca i reiserfs erano particolarmente quotati) e tuttora abbia integrato i suoi vecchi articoli su funtoo.org, aggiornandoli pure.

naturalmente, se gli sviluppatori ti dessero ragione e puntassero ad una revisione delle tecnologie per i database benvenga, ma la mia percezione di profano rimpiangerebbe la perdita di un elemento estetico di semplicità. secondo me sono i file system a doversi adeguare, non portage.
_________________
vu vu vu
gentù
mi piaci tu
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Wed Jan 30, 2008 11:14 pm    Post subject: Reply with quote

cloc3 wrote:

naturalmente, se gli sviluppatori ti dessero ragione e puntassero ad una revisione delle tecnologie per i database benvenga, ma la mia percezione di profano rimpiangerebbe la perdita di un elemento estetico di semplicità. secondo me sono i file system a doversi adeguare, non portage.

Non ho nulla da obiettare sull'elemento estetico (ognuno ha i suoi gusti), di certo sono totalmente contro l'affermazione "sono i file system a doversi adeguare", l'ingegnere che c'è in me rabbrividisce :P
È come dire che va bene inquinare perché è l'ambiente che deve arrangiarsi a migliorare e smaltire i nostri rifiuti.

Ognuno deve fare la sua parte sempre al meglio ;)

Oltre a questa questione di principio, migliorare i filesystem è pressoché inutile... Purtroppo finché non avremo harddisk veloci quanto un banco di ram ci sarà sempre il limite fisico a incidere molto di più di qualsiasi limite software.
E anche se avessimo harddisk ultraveloci, il principio esposto sopra mi vieta di considerare buona una soluzione che prevede un simile sperpero di risorse in termini di tempo (almeno per altri 3-4 anni :) ), spazio e banda.

Eppure la soluzione secondo me sarebbe piuttosto semplice, dopo il post di Cazzantonio ci ho riflettuto un po' su.
Se fosse per me, farei così (anche se è un po' OT):

:idea: Creerei un file XML Packages.xml (modello apt-get, anche se non è XML) che contiene le informazioni basilari sui pacchetti, necessarie per calcolo di dipendenze e info di base, quali:
- nome
- descrizione
- architetture supportate
- versioni
- disponibilità (mask, non mask)
- use flags e dipendenze
- qualche altro parametro che ora non ricordo, magari "peso" dei sorgenti da scaricare

:arrow: Quando i developers aggiungono/tolgono/mascherano/modificano qualche pacchetto, questa lista va aggiornata di conseguenza (tool automatici possono farlo senza problemi).
:arrow: Se Gentoo supporta N architetture, il server genera N pacchetti "sottolista" che contengono solo i pacchetti relativi alla data architettura, filtrando la roba inutile. Avremo quindi packages-x86.xml, packages-amd64.xml,...
Semplicissimo e velocissimo da fare usando XSLT ;)
:arrow: Quando un client si connette per il sync, comunica la sua architettura e il server gli invia il "diff" della sottolista prescelta (immagino pochi KB).
:arrow: Una volta scaricata la lista, questa magari può essere importata in un database locale che funge da cache, usata così com'è o trasformata in qualche altro modo (magari trasformata e ottimizzata secondo le use flags dell'utente, così altri dati "inutili" possono essere messi da parte anche se magari non eliminati)...
in ogni caso la cosa sarebbe velocissima, visto che è XML ed è facile da manipolare --ergo--> sync effettuato in 3 secondi netti (vabbé esagero mi sa :D ).

:arrow: Quando si vuole installare un pacchetto, il package manager scarica sorgenti + ebuild e fa il suo sporco lavoro.

:idea: Le informazioni sui pacchetti installati io le salverei in un db sqlite (non ha senso secondo me usare qualcosa tipo mysql, ma magari lo si potrebbe lasciare opzionale) --ergo--> calcolo delle dipendenze e moltissime altre operazioni "costose" diventerebbero pressoché immediate (o quasi insomma, di certo scommetto non più di 5 secondi coi pc attuali).

:arrow: Spazio occupato dal "tree"... 500Kb? :)
Gli ebuild verrebbero scaricati solo quando sarebbe necessario.

Io farei così. Se avessi un po' di tempo mi metterei al lavoro, di certo non dovrebbe essere impossibile ;)
In Paludis la cosa dovrebbe risultare piuttosto fattibile.
Purtroppo (o per fortuna :) ) al momento sto lavorando sulla mia tesi e su un altro paio di applicazioni, ergo mi è impossibile aggiungere altro :|
Ma magari dopo settembre... ;)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
cloc3
Advocate
Advocate


Joined: 13 Jan 2004
Posts: 4517
Location: http://www.gentoo-users.org/user/cloc3/

PostPosted: Thu Jan 31, 2008 10:31 am    Post subject: Reply with quote

jordan83 wrote:
(anche se è un po' OT):

:idea: Creerei un file XML Packages.xml

ci splittino i mod se lo ritengono.

a quanto pare hai le idee chiare.

bisognerebbe però tenere conto anche dell'usabilità.
l'utente che desidera modificare un pacchetto, creandosi il proprio overlay,
dovrebbe poi mettere le mani dentro il database?
continuerà a lavorare con gli editor di testo o dovrà appoggiarsi ad un tool apposito?

e se semplicemente desiderasse studiare un ebuild, dovrebbe prima scaricarsi il codice sorgente?
e si potrebbe ancora navigare la $PORTDIR per cercare nuovi pacchetti sconosciuti?
_________________
vu vu vu
gentù
mi piaci tu
Back to top
View user's profile Send private message
Cazzantonio
Bodhisattva
Bodhisattva


Joined: 20 Mar 2004
Posts: 4477
Location: In giro

PostPosted: Thu Jan 31, 2008 11:02 am    Post subject: Reply with quote

[quote="jordan83"]
cloc3 wrote:
Ma magari dopo settembre... ;)
Hei voglio i diritti sull'idea! :lol:
Scherzo.... comunque se avrai bisogno sono disposto a darti mano...
_________________
Any man's death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bell tolls; it tolls for thee
-John Donne
Back to top
View user's profile Send private message
jordan83
Apprentice
Apprentice


Joined: 17 Apr 2006
Posts: 222
Location: check your closet...

PostPosted: Thu Jan 31, 2008 1:22 pm    Post subject: Reply with quote

cloc3 wrote:

bisognerebbe però tenere conto anche dell'usabilità.

Beh certo. Le idee espresse sopra erano per "sommi capi" :)

cloc3 wrote:

l'utente che desidera modificare un pacchetto, creandosi il proprio overlay,
dovrebbe poi mettere le mani dentro il database?

In linea di massima il database esisterebbe solo per i pacchetti installati e andrebbe a sostituire /var/db/pkg (l'attuale "database" :| ).
Dubito che qualcuno ci abbia mai messo le mani, di solito lo usa solo il pm.

Anche se si decidesse di trasferire il contenuto del file packages.xml in un database sqlite per velocizzare le cose comunque, l'utente dovrebbe avere a che fare sempre e solo con il file XML packages.xml. Poi magari il database potrebbe essere autogenerato una volta che il file XML è pronto.

Per il tuo repository locale dovresti editare il file packages.xml per aggiungere un pacchetto o magari usare un tool che ti semplifichi la vita e ti eviti di scrivere xml puro.
Ancora meglio: un tool che faccia il parsing dell'header dell'ebuild, crei l'elemento XML e lo aggiunga al file.. ;)

In pratica un repository/overlay locale funzionerebbe come sempre.
L'unica cosa in più da fare é mantenere il file packages.xml aggiornato allo stato del repository, o i pacchetti non verrebbero visti dal pm.
Per fare ció in scioltezza basterebbe un demone/comando ad-hoc. Ad esempio
Code:

repomaster --update-list

Tutto qua.

Per repository grandi (tipo quello di Gentoo) la soluzione demone mi sembra la migliore. Scansionerebbe il tree ogni 5 minuti e aggiornerebbe la lista. Altra soluzione potrebbe essere un hook ad-hoc che si attivi ad ogni commit in SVN.

cloc3 wrote:

continuerà a lavorare con gli editor di testo o dovrà appoggiarsi ad un tool apposito?

Tutto resterebbe come prima per quanto riguarda gli ebuild. L'unica differenza é che bisogna mantenere la lista"packages.xml" aggiornata, cosa che comunque come detto sopra puó essere fatta in modo "trasparente" (=praticamente nessun intervento manuale richiesto).

cloc3 wrote:

e se semplicemente desiderasse studiare un ebuild, dovrebbe prima scaricarsi il codice sorgente?

Direi di no, una cosa cosí potrebbe andare bene
Code:

repomaster --get-ebuild pacchetto-1.2.3

Al limite i piú smanettoni o curiosi potrebbero addirittura tenersi una copia locale di tutti gli ebuild, ad esempio con
Code:

repomaster --get-tree

oppure
Code:

paludis --sync-tree


In pratica ti beccheresti sul tuo hard disk i 250MB attuali, ma saresti tu a sceglierlo però :)

cloc3 wrote:

e si potrebbe ancora navigare la $PORTDIR per cercare nuovi pacchetti sconosciuti?

Di certo non avresti gli ebuild sul tuo HD, tuttavia puoi sempre fare un giro in internet o creare/consultare un sito del tipo www.unebuildalgiorno.it

Se proprio fossi desideroso di ravanare tra gli ebuild sul tuo HD basterebbe che ti scaricassi il tree come detto sopra.

In pratica questa soluzione si affianca a quella già esistente e di certo non limita le possibilità dell'utente, bensì le amplia...
In questo modo si farebbero contente molte più persone.
Ci sarebbe chi ogni giorno darebbe un bel
Code:

paludis --sync

e si aggiornerebbe solo i files packages.xml e chi invece darebbe un bel
Code:

paludis --sync-tree

e si aggiornerebbe i files packages.xml e magari si otterrebbe una copia in locale di tutti gli ebuild ;)
E comunque sia, per entrambe le tipologie di utenti, i benefici in termini di prestazioni sarebbero enormi (di certo non si andrebbe in peggio rispetto a ora...).
Non sembra male a me :)

Cazzantonio wrote:
Hei voglio i diritti sull'idea! :lol:

Beh, ovvio, non l'avevo esplicitato ma era incluso in
jordan83 wrote:
...dopo il post di Cazzantonio ...
:P
Cazzantonio wrote:
Scherzo.... comunque se avrai bisogno sono disposto a darti mano...

Ci conto :)
_________________
Time is a great teacher, but unfortunately it kills all its pupils.
Louis-Hector Berlioz
--
When the Boogeyman goes to sleep every night, he checks his closet for Chuck Norris.
chucknorrisfacts.com
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Reply to topic    Gentoo Forums Forum Index Forum italiano (Italian) Risorse italiane (documentazione e tools) All times are GMT
Goto page Previous  1, 2, 3, 4, 5, 6  Next
Page 5 of 6

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum