Gentoo Forums
Gentoo Forums
Gentoo Forums
Quick Search: in
[HOWTO] Volare con Gentoo
View unanswered posts
View posts from last 24 hours
View posts from last 7 days

Goto page 1, 2  Next  
Reply to topic    Gentoo Forums Forum Index Forum italiano (Italian) Risorse italiane (documentazione e tools)
View previous topic :: View next topic  
Author Message
ErniBrown
Apprentice
Apprentice


Joined: 19 Jan 2005
Posts: 276
Location: Seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino...

PostPosted: Thu Mar 03, 2005 11:48 pm    Post subject: [HOWTO] Volare con Gentoo Reply with quote

Mi è piaciuto molto questo post, per cui lo ho tradotto in italiano: ammetto che alcune parti, come ad esempio quelle riguardanti lo swap e rc-update, possono risultare vecchiotte, ormai acquisite da tutti gli utenti linux, ma in ogni modo spero possa tornare utile!!!

PS: perdonatemi se non traduco tutti i link a cui fa riferimento, il lavoro diventerebbe titanico :wink: ! Comunque se trovate le traduzioni già fatte, mandatemi gli indirizzi delle versioni in italiano.
PS2: tutte le configurazioni si riferiscono all'howto originale: appena avrò finito di sperimentare tutto metterò come esempi la mia configurazione.

COME OTTIMIZZARE E VELOCIZZARE IL SISTEMA
...ovvero come volare con gentoo

Questa guida è il risultato di alcuni post del forum e di alcune ricerche fatte sulle mie gentoo boxes provando svariati programmi e opzioni. Mentre alcuni di essi sono completamente sicuri, altri possono danneggiare il sistema! Vi suggerirei quindi di effettuare un back-up dei vostri dati importanti, provare queste ottimizzazioni su macchine di test e quindi portarle su macchine d produzione.
Queste migliorie avranno sicuramente un grande effetto su un vecchio computer, mentre i risultati saranno meno evidenti su un computer veloce.

SOMMARIO


  1. Come fare prove in sicurezza
  2. Ottimizzazione degli script di init
  3. Usare rc-update
  4. Cflags e ldflags
  5. Usare hdparm
  6. E' necessario prelinkare?
  7. Usare partizioni Swap
  8. Ccache
  9. Distcc
  10. Flag USE
  11. Modificare gli ebuild e ingannare il sistema
  12. Spegnimento vs Sospensione
  13. Xdelta - Deltup
  14. NPTL
  15. GCC
  16. Filesystems [Sicurezza dei dati vs velocità]
  17. Scripts utili
  18. Link interessanti


1. Come fare prove in sicurezza

Per provare nuovi ebuild e testare nuove configurazioni ho fatto un installazione dentro chroot, in modo che sia completamente sicura. C'è una guida qui per fare ciò ed essere in grado di testare questo howto senza danneggiare il sistema. In alternativa potete usare vmware o uml, ma credo che questa sia il metodo più veloce.
Una volta fatta l'installazione in chroot ho fatto un'immagine compressa, in modo che ognivolta che il sottosistema crasha a causa dei miei tes sono in grado di riprendere i test con un sistema appena installato.

2. Ottimizzazione degli script di init

Alcune delle operazioni eseguite quando avviate il sistema non sono sempre necessarie. Modificando gli script è possibile fare in modo che vengano eseguite solo quando realmente necessario:

/etc/init.d/modules

cambiate:
Code:
ebegin "Calculating module dependencies"
    /sbin/modules-update &>/dev/null
eend $? "Failed to calculate dependencies"

in:
Code:
if [ /etc/modules.d -nt /etc/modules.conf ]
    then
        ebegin "Calculating module dependencies"
        /sbin/modules-update &>/dev/null
        eend $? "Failed to calculate dependencies"
    else
        einfo "Module dependencies are up-to-date"
fi


Così facendo modules-update verrà eseguito solo se effettivamente necessario a causa di modifiche al sistema

/etc/init.d/localmount

cambiate:
Code:
mount -at nocoda,nonfs,noproc,noncpfs,nosmbfs,noshm >/dev/null

in:
Code:
mount -aFt nocoda,nonfs,noproc,noncpfs,nosmbfs,noshm >/dev/null


Questo farà partire tutti i punti di montaggio locali allo stesso momento, e non uno dopo l'altro

/etc/init.d/bootmisc

cambiate:
Code:
if [ -x /sbin/env-update.sh ]
then

    ebegin "Updating environment"
    /sbin/env-update.sh >/dev/null
    eend 0
fi

in:
Code:
if [ -x /sbin/env-update.sh ]
then
    if [ /etc/env.d -nt /etc/profile.env ]
    then
        ebegin "Updating environment"
        /sbin/env-update.sh >/dev/null
        eend 0
    else
        einfo "Environment up-to-date"
    fi
fi


Così facendo env-update verrà eseguito solo quando effettivamente necessario in seguito a modifiche del sistema

/etc/conf.d/rc

cambiate:
Code:
RC_PARALLEL_STARTUP="no"

in:
Code:
RC_PARALLEL_STARTUP="yes"



Questo farà partire tutti i servizi contemporaneamente, e non uno dopo l'altro

3. Usare rc-update

Grazie ad rc-update è veramente facile gestire i runlevels:

per vedere come sono settati i runlevel di boot:
Code:
# rc-update show

per togliere un servizio dall'avvio automatico:
Code:
# rc-update del applicazione runlevel


per aggiungere un'applicazione:
Code:
# rc-update add application runlevel



Ad esempio ho configurato certi servizi nel runlevel di boot ed altri ancora in quello di default.
Inoltre bisogna sottolineare che alcuni servizi devono essere avviati dopo altri (ovvero "dipendono" da altri): potete verificare le dipendenze editando il file /etc/init.d/service e controllando le prime righe, dove sono dichiarate le dipendenze. Ad esempio se volete lanciare sshd dovrete prima lanciare i servizi di rete.

Recentemente ho creato un nuovo runlevel (battery) dove ho aggiunto tutto ciò che voglio venga lanciato quando non sono collegato alla rete elettrica. Quindi, con l'aiuto di acpid's, ho configurato il runlevel on modo tale che quando scollego la rete, il sistema passa automaticamente al runlevel battery, e quando ricollego la rete torna al runlevel default. In questo modo quando passo alla batteria utilizzo speedfreq, hdparm e iwconfig per ridurre il consumo di corrente dell'harddisk, della scheda wireless e del processore.

Potete conoscere l'attuale runlevel usando rc-status:
Code:
# rc-status
Runlevel: battery
acpid                                          started
alsasound                                      started
domainname                                     started
gpm                                            started
hdparm.battery                                 started
local                                          started
metalog                                        started
speedfreq.battery                              started
vixie-cron                                     started
wireless.baterry                               started


altre informazioni su RC- qui

Per coloro che avviano X direttamente (xdm, gdm,kdm, ...) ho letto che è possibile aggiungere xdm e le sue dipendenze direttamente nel runlevel di boot, in modo tale che X venga caricato all'avvio, mentre il resto del sistema viene caricato in background.

4. cflags and ldflags

Le CFLAGS (che possono essere settate nel file /etc/make.conf) sono parametri che vengono passati a gcc quando compiliamo un pacchetto. Si può essere più o meno cauti, in questa pagina e in quest'altra si trovano un sacco di informazioni e raccomandazioni sull'uso delle varie CFLAGS. Le mie CFLAGS per il mio pentium4 sono le seguenti:
Code:
CHOST="i686-pc-linux-gnu"
CFLAGS="-march=pentium4 -mcpu=pentium4 -O3 -pipe -fforce-addr -falign-functions=4 -fprefetch-loop-arrays -fomit-frame-pointer"


nota: le cflags sono leggermente differenti per gcc 3.4.X: ad esempio -mcpu è deprecato, andrebbe usato -mtune al suo posto.
nota2: pentium-m è compatibile con le architetture centrino: le CFLAGS del mio laptop centrino sono le seguenti:
Code:
CFLAGS="-O3 -march=pentium-m -mtune=pentium-m -pipe -ftracer -fomit-frame-pointer -ffast-math -momit-leaf-frame-pointers"


Come per le CXXFLAGS, -fvisibility-inlines-hidden viene comunemente considerata un'ottima flag per migliorare la velocità di compilazione.
Anche Frepo viene considerata una buona cxxflag, ma non sembra funzionare molto bene sul mio sistema.

Anche le ldflasg sono estremamente interessanty, sono discusse dettagliatamente qui e qui. Ldflags sono ottimizzazioni per il loader dinamico (ld), cioè più o meno lo stesso modo in cui prelink dovrebbe funzionare. Io le uso e non ho avuto nessun problemma nell'emerge di nuovi pacchetti
Code:
LDFLAGS="-Wl,-O1 -Wl,--enable-new-dtags -Wl,--sort-common -s"


Qualcosa di più stabile potrebbe essere:
Code:
LDFLAGS="-Wl,-O1"


nota: nel -W sono "L", non "1"
nota2: alcuni utenti hanno riscontrato errori usando le ldflags, se avete problemi nella compilazione di un pacchetto provate a rimuoverle (e postate ldflags/package in questo thread).

CONCLUSIONE: Le cflags e ldflags sono e saranno sempre una materia in cui ognuno ha la sua opinione: la cosa migliore è testarle personalmente, fare qualche benchmark, e tenere solo le flags giuste per il vostro sistema. Inoltre provate sempre a leggere tutte le discussioni nei forum a proposito dell'argomento, in modo da farvi prima un'idea. Un ottimo programma per stabilire quali cflags dovreste usare è ACOVEA (presente nel portage tree), un tool di benchmarking che effetua svariati test e setta le variabili: il test standard dura circa 15 ore. Per script e risultati per ACOVEA fate riferimento a questo thread

5. Usare hdparm

Un'altra importante applicazione è hdparm. Permette di configurare i prametri dell'hard disk, in modo da ottenere le migliori performance possibili
Code:
# emerge hdparm
# rc-update add hdparm default


Per vedere la configurazione attuale:
Code:
# hdparm -i /dev/hda


Per testare la velocità:
Code:
# hdparm -Tt /dev/hda


Nel mio computer ho modificato /etc/conf.d/hdparm per ottenere il massimo dal mio hard disk
Code:
hda_args="-d1 -X69 -c1"
cdrom0_args="-d1"


Se cercate altre informazioni il man è molto utile
Code:
# man hdparm


Inoltre date un'occhiata a questo tutorial.

6. E' necessario... prelinkare?

Prelink è una potente applicazione, permette di pre linkare le librerie necessarie per un eseguibile prima di usarlo. Quindi, invece di cercare soltanto le librerie necessarie all'eseguibile prelink lo modifica aggiungendo una breve descrizione delle librerie che usa. In questo modo non sarà più necessario cercare le librerie condivise ogni volta che l'eseguibile viene lanciato, rendendolo più veloce.
Importante: ogni volta che upgradate le librerie necessarie per gli eseguibili (ad esempio glibc) dovrete rilanciare prelink sul sistema!

Questa ottimizzazione si rivela molto utile quando vengono lanciati eseguibili di grande dimensione e complessità come ad esempio KDE (ed inoltre, prelinkando il vostro sistema KDE non avrà più bisogno di lanciare kdeinit, diventando quindi molto più veloce all'avvio). Gli eseguibili di piccole dimensioni invece sono già estremamente veloci, per cui prelink non apporta grandi vantaggi.

Requisiti: gli eseguibili devono essere compilati con le binutils-2.13.90.0.xx e gcc-3.2 o superiori, ed inoltre devono essere installate le glibc-2.3.1.r2 o superiori. La dimensione degli eseguibili sarà superiore con prelink, ed inoltre lanciare il processo richiederà sufficiente spazio libero sull'hard disk.

Cominciate quindi con:
Code:
# emerge prelink


Cercate il file di config /etc/prelink.conf
Code:
# prelink -afmR



Questo è l'uso più comune di prelink: in questa maniera TUTTI gli eseguibili saranno prelinkati, ed inoltre verrà verificato se sono stati prelinkati precedentemente.
E' possibile che prelink riporti degli errori: questo è dovuto al fatto che non tutti gli eseguibili possono essere prelinkati (come ad esempio quelli compressi con upx).

Altre informazioni qui e sul man di prelink

7. Usare partizioni swap

In questa sezione voglio soltanto ricordare alcune cose che possono tornare molto utili.
Innanzitutto se avete due hard disk ricordatevi di mettere la partizione di swap sul secondo disco (ovviamente con la partizione di root nel primo)(e con i due dischi montati su canali separati, N.d.T.), in modo da migliorare i tempi di lettura e scrittura.

Inoltre non è consigliabile usare un file come spazio di swap: l'ho provato una volta, cancellando la partizione di swap e impostando un file ./swap di 256 MB modificando fstab. Questo metodo è decisamente più lento di una partizione dedicata, dato che il sistema deve trovare il file, aprirlo, stabilire cosa c'è scritto sopra, riscriverci, salvarlo e chiuderlo. COn una partizione dedicata il processo risulta molto più veloce

Un concetto abbastanza recente è quello della "swappiness" (solo nei kernel 2.6 o superiori). Quando un'applicazione fa richiesta per della memoria e la RAM è piena il sistema operativo ha due opzioni: o pulisce la RAM eliminando i dati ormai vecchi, oppure sposta i processi in attesa nello spazio di swap. Negli ultimi kernel è possibile impostare una variabile che indica al kernel a quale di queste due tendenze dare maggiore peso

/etc/sysctl.conf:

Code:
vm.swappiness = 40


Questo valore può essere compreso tra 0 e 100: più vicino a 0 indica che il kernel deve liberare la maggior quantità di memoria possibile, più vicino a 100 indica di usare più spesso lo spazio di swap
Il vaolre di default è 60. Sul mio laptop è impostato a 25, in modo da ridurre gli accessi al disco. potete usare il comando free per visualizzare le statistiche d'uso della vostra memoria

Code:
free -m




8. Ccache

Ccache è un'applicazione (inclusa in portage ed attivata di default una volta emersa) che mette a disposizione del compilatore una cache. Quindi con questo programma la compilazione risulta velocizzata, soprattutto con i make di grande dimensione.
Potrebbe sembrare che usare una cache in compilazione non sia di nessuna utilità, ma in realtà vengono velocizzate molte operazioni, come ad esempio il make clean.

Per usare ccache basta emergerlo e settare la dimensione di default della cache (leggete le einfo dopo l'emerge). Potete verificare l'installazione usando:
Code:
# emerge info | grep ccache
ccache version 2.3 [enabled]


Inoltre potete visualizzare le statistiche di ccache con il comando:
Code:
# ccache -s



9. Distcc

Distcc è un'applicazione molto utile durante l'installazione di gentoo su di una rete di computer, oppure se il nostro computer è vecchiotto, ma abbiamo a disposizione un altro computer più potente: si occupa di distribuire il processo di compilazione su più computer, in modo da ridurne i tempi. Inoltre fornisce ottimi risultati combinata con ccache.
Non mi soffermerò molto su questo, in quanto non si tratta di una caratteristica usata da tutti (mica tutti hanno a disposizione più di un computer!) e in quanto è un argomento largamente trattato all'interno del forum e in vari tutorial.
L'unica nota particolare riguarda la possibilità di crosscompilare su architetture differenti, semplicemente si spartiranno i task di compilazione (sono riuscito a far funzionare distcc fra un amd e un minimac, N.d.T.)

Per ulteriori informazioni potete fare riferimento a questo documento.

10. Flag USE

Le flag use sono un utile strumento messo a disposizione da gentoo: permettono di configurare in maniera rapida ed intuitiva i pacchetti. Ad esempio, supponiamo che vogliate compilare apache:
Code:
# emerge -pv apache
[ebuild N ] net-www/apache-2.0.50 -debug -doc -ipv6 +ssl 6,197 kB


Ie opzioni precedute da (+/-) che appaiono dopo il nome del programma che stiamo per installare sono le flag USE che possiamo settare per questo pacchetto. Ad esempio, se non vogliamo che apache usi ssl possiamo emergerlo in questa maniera:
Code:
# USE="-ssl" emerge -pv apache
[ebuild N ] net-www/apache-2.0.50 -debug -doc -ipv6 -ssl 6,197 kB


Si noti che adesso ssl è deselezionata, ed apache verrà compilato senza il relativo supporto

In questo esempio, la flag USE è stata settata direttamente da riga di comando, ma non è questa la maniera corretta: in realtà infatti andrebbe settata nel file /etc/make.conf (se volete che sia settata globalmente), oppure in /etc/portage/package.use (se volete che sia settata soltanto per uno specifico pacchetto)

Code:
# echo "net-p2p/amule -gtk2 -unicode" >> /etc/portage/package.use


Nota: anche per la flag ACCEPT_KEYWORDS si dovrebbe utilizzare questo metodo, cambiando però la destinazione, ovvero aggiungendo il nome del pacchetto e la flag per l'architettura al file /etc/portage/package.keywords.
N.d.T.: l'autore suggerisce anche di impostare ACCEPT_KEYWORDS="x86" nel make.conf se si vuole che sia una flag globale: personalmente, ma credo che sia un consiglio "ufficiale" degli sviluppatori gentoo, non consiglio questo metodo: nella maggior parte dei casi porta ad avere un sistema instabile; inoltre non è facile fare il downgrade di tutto il sistema se qualcosa dovesse andare storto.
Code:
# echo "app-editors/nano ~x86" >> /etc/portage/package.keywords


E' importante controllare le flag USE di un pacchetto prima di installarlo, in modo da disabilitare caratteristiche inutili e risparmiare spazio su disco. Ad esempio se vogliamo emergere il client irc da console BitchX, portage cercherà di installare xmms e X, ed altre dipendenze legate all'ambiente grafico. Impostando le flag USE -xmms e -X in /etc/portage/package.use X ed xmms BitchX verrà installato senza il supporto xmms e X, evitando quindi che vengano scaricati e compilati.

Vi accorgerete che questo è un potente strumento da usare quando emergete, fornisce un ottimo controllo su come i pacchetti vengono installati sul sistema.

C'è una breve descrizione delle flag USE in /usr/portage/profiles/use/desc

N.d.T.: se siete alla prima installazione di gentoo potete anche lasciare delle flag semplici, come "kde -gnome alsa...", al massimo vi verrà installato qualche pacchetto non necessario. Potrete sempre correggere questi "errori" in seguito.

11. Modificare gli ebuild e ingannare il sistema

Perchè ingannare il sistema? Avete presente quando volete installare il pacchetto X, ma a causa di una dipendenza portage vi chiede di installare prima il pacchetto Y? Ad esempio molti utenti preferiscono gestire il kernel senza l'ausilio di portage. Quindi installando un qualunque pacchetto che faccia riferimento ai sorgenti del kernel questo cercherà di emergerli (un buon esempio sono gli alsa-driver), quando in realtà la vostra directory /usr/src è già correttamente configurata.
Potete dire a portage che un determinato pacchetto è già stato installato manualmente modificando il file /etc/portage/package.provided, aggiungendo una riga relativa ad esso, come ad esempio
Code:
echo "sys-kernel/ck-sources" >> /etc/portage/profile/package.provided


package.provide fornisce a portage esattamente questa indicazione, gli comunica che il pacchetto è già presente sul sistema (anche se non lo è realmente!). Inoltre package.provide non si applica ai pacchetti virtuals: i pacchetti virtuals sono usati per dire a portage quale pacchetto installare per una determinata categoria. Ad esempio potete dire a portage di usare xorg invece di xfree come x11 (in realtà xfree non è più nell'albero di portage, ma rende comunque l'idea)
Code:
echo "virtual/x11 x11-base/xorg-x11" >> /etc/portage/profile/virtuals

Per ulteriori informazioni su portage e sul suo uso vi rimando a "man portage" e a questo post.

12. Spegnimento vs sospensione

Vi siete mai chiesti come mai spegnete il computer quando invece potete soltanto metterlo in sospensione nella ram o su disco? Se lo sospendete in ram avrete il problema di dover continuare a fornire alimentazione al sistema, in modo da mantenere lo stato. Potete però sospenderlo su disco, spegnendo quindi il pc, senza perdere la sessione.
Così facendo eviterete di riavviare tutto il sistema all'avvio, se non un'istanza di recupero dallo stato di sleep, che però è molto veloce.
Ho usato swsusp2 sul mio laptop e funziona egregiamente, ma dovrete patchare i sorgenti del kernel. Potete trovare informazioni in questo post.

13. Xdelta - Deltup

In questo post si discute di Deltup: in breve ogni volta che portage ha bisogno di scaricare un file deltup cercherà nel sistema una versione precedente (in /usr/portage/distfiles) e proverà a scaricare soltanto la differenza fra i due file, creando al volo il nuovo.
Questa utility si rivela molto utile per tutti i gentooisti con un modem 56k che usano /usr/portage/distfiles soltanto per scaricare patch quando nuove "revisions" sono rilasciate, in modo da diminuire la quantità di dati da scaricare.

14. Native POSIX Thread Library (NPTL)

Questa libreria può velocizzare notevolmente il vostro sistema, dato che è 4 volte più veloce che i Threads standard di linux. Dovreste (ma praticamente è un obbligo) usare gli header linux 2.6, e una versione recente di gcc e glibc (magari ~x86). Per usare ntpl dovrete ricompilare le glibc con la flag USE "nptl" attivata.

Qui potete trovare maggiori informazioni a riguardo.

N.d.T.: Le threads NPTL non sono completamente compatibili con le applicazioni che sfruttano le feature realtime del kernel (come ad esempio il server sonoro jack :evil: ). Proprio per motivi di compatibilità la compilazione delle glibc con flag nptl attivata comporta anche la creazione di una versione con thread linux standard; per compilare esclusivamente la versione aggiornata aggiungete la flag nptonly.

15. GCC


GCC è estremamente importante, specialmente in una distribuzione come gentoo, dove l'utente cerca di ottimizzare al massimo il sistema compilando ogni pacchetto che viene installato. Usare una versione aggiornata di gcc porta molti vantaggi, in quanto tutto il codice creato in compilazione sarà ottimizzato meglio. Inoltre permette di avere un supporto migliore per la propria architettura: ad esempio le architetture centrino sono supportate specificatamente dalla versione 3.4 di gcc, come -march=pentium-m

Per installare l'ultimissima versione di gcc emergetelo dopo aver settato la flag ~x86 (o ~ppc, a seconda della vostra architettura):
Code:
# echo "sys-devel/gcc ~x86" >> /etc/portage/package.keywords
# emerge -u gcc


16. Filesystems [sicurezza dei dati vs velocità]

Dopo aver provato vari filesystem, ho adottato reiser4, in quanto il più veloce disponibile. Penso che sia molto importante usare un filesystem veloce, ma dovrete anche salvare i vostri dati per prevenire errori di corruzione. Inoltre bisogna dire che con ext2, ext3,reiserfs, xfs ed altri filesystem criptati non ho mai avuto problemi di perdita di dati. Soltanto penso sia sempre saggio mantenere una copia dei propri documenti.

Per poter usare reiser4 dovrete usare un kernel patchato, quindi dovrà essere un kernel development

Per convertire la vostra partizione root (/) in reiser4 vi servirà un livecd che lo supporti, come questo, e dovrete inoltre installare un kernel compatibile.

Nota: alcune persone non riescono a trovare reiser4 nel sottomenù Filesystem: assicuratevi di aver deattivato l'opzione "use 4kb for kernel stacks instead of 8kb" nel menù hacking; così facendo troverete l'opzione reiser4.

17. Scripts utili

Nel forum e nel portage tree ci sono alcuni script utili per gestire il sistema:

1- esearch

Esearch è incluso nell'albero di portage: è un'utility che permette di cercare nel database dei pacchetti di portage. La cosa interessante è che è davvero veloce (molto più di emerge -sS).
Come difetto c'è che dopo ogni emerge sync il database di esearch deve essere aggiornato con eupdatedb (anche se si può usare esync, che prima aggiorna il portage tree, poi visualizza la lista dei cambiamenti rispetto all'ultimo sync).

2- eix

Lo stesso concetto di esearch, ma è più veloce, anche nell'aggiornamento del database dei pacchetti. E' un progetto recente, ma funziona abbastanza bene.
Altre informazioni qui

3- Cruft

Questo script genera una lista con tutti i file del sistema che possono essere cancellati in quanto non dipendenti da nessuno dei pacchetti installati. Fate attenzione usandolo, può generare dei falsi positivi!
Uso:
Code:
# ./cruft > cruft.log


A questo punto potete leggere la lista e rimuovere i file che non volete cancellare, e poi lanciare il comando
Code:
# cat cruft.log | xargs rm -rf

per cancellare i file della lista.

Ovviamente nessuno vi vieta di cancellare manualmente i file della lista
Altre informazioni qui.

4- Stale

Interessante script che aiuta a mantenere /usr/portage/distfiles in uno stato ottimale. Questo script analizzerà la directory e cancellerà i file obsoleti (se lanciato con l'opzione --nopretend), mantenendo quelli aggiornati
Ad esempio se in distfiles sono presenti sia libtool-1.3.5.tar.gz e libtool-1.5.2.tar.gz, cancellerà libtool-1.3.5.tar.gz

Non funziona con i file come font-arial-iso-8859-1 e font-arial-iso-8859-2, doce la numerazione non coincide con la versione del pacchetto (come ad esempio per gtk e glib nelle versioni 1.x e 2.x).
Altre informazioni qui.

5- Porthole

Questo è un front-end per portage scritto in python (+gtk); offre quindi uno strumento visuale per la configurazione di portage, rendendo più facile la predisposizione dei pacchetti e la loro emersione. E' già nell'albero di portage, per cui basta un "emerge porthole".

6- kuroo

Un'altro front-end di portage, ma scritto in Qt (per la gioia degli utenti kde). E' un progetto recente, ma funziona abbastanza bene.

Altre informazioni qui.

7- portage cdb

Questo non è propriamente uno script, ma un ottimo metodo per migliorare la velocità di portage.


Altri utili script e programmi relativi a portage possono essere trovati in questo thread.

18. Link interessanti

1- Come montare / nella ram

Articolo molto interessante, assolutamente da leggere!
_________________
There are 10 kind of people:
those who understand binaries and
those who don't.


Last edited by ErniBrown on Tue Mar 22, 2005 2:56 pm; edited 11 times in total
Back to top
View user's profile Send private message
fedeliallalinea
Bodhisattva
Bodhisattva


Joined: 08 Mar 2003
Posts: 13200
Location: here

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 7:32 am    Post subject: Reply with quote

Aggiunto ai post utilissimi sezione howto. Non vuoi anche scriverlo sul wiki?
_________________
"aspetto un'emozione sempre più indefinibile"
- CCCP -
"la libertà un doveroso pericolo in verità"
- PGR -
Questions are guaranteed in life; Answers aren't.
Back to top
View user's profile Send private message
lavish
Bodhisattva
Bodhisattva


Joined: 13 Sep 2004
Posts: 4295
Location: Venice Island, European Union

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 7:32 am    Post subject: Reply with quote

Ragazzo mio, complimenti! I non-anglofoni ti faranno un monumento ;)
_________________
www.minimalblue.com
Back to top
View user's profile Send private message
mouser
Veteran
Veteran


Joined: 10 Aug 2004
Posts: 1418
Location: Milano

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 9:39 am    Post subject: Reply with quote

lavish wrote:
Ragazzo mio, complimenti! I non-anglofoni ti faranno un monumento ;)

Quoto in pieno!!!

Ottimo howto!
Ciriciao
mouser :wink:
_________________
Della serie: "Informatica for dummies":

Io: "Premi il tasto Invio" - Risp: "Ma il tasto Invio è quello con scritto Enter sopra?"
Io: "Scrivi T maiuscolo" - Risp: "Questa tastiera non ha le lettere maiuscole..."
Back to top
View user's profile Send private message
gutter
Moderator
Moderator


Joined: 13 Mar 2004
Posts: 7160
Location: Aarau, Aargau, Switzerland

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 9:54 am    Post subject: Reply with quote

Davvero un buon lavoro, se ti va mettilo nel wiki ;)
_________________
Registered as User #281564 and Machines #163761
Back to top
View user's profile Send private message
ProT-0-TypE
Veteran
Veteran


Joined: 20 Dec 2003
Posts: 1624
Location: Cagliari

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 10:37 am    Post subject: Reply with quote

aiutatelo a finirlo :D
Back to top
View user's profile Send private message
rust5
Tux's lil' helper
Tux's lil' helper


Joined: 03 Jun 2004
Posts: 80
Location: Melee Island

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 10:41 am    Post subject: Re: [HOWTO] Volare con Gentoo Reply with quote

ErniBrown wrote:

/etc/init.d/localmount

cambiate:
Code:
mount -at nocoda,nonfs,noproc,noncpfs,nosmbfs,noshm >/dev/null

in:
Code:
mount -aFt nocoda,nonfs,noproc,noncpfs,nosmbfs,noshm >/dev/null


Questo farà partire tutti i punti di montaggio locali allo stesso momento, e non uno dopo l'altro


io mi ritrovo invece

Code:

# Mount local filesystems in /etc/fstab.
        ebegin "Mounting local filesystems"
        mount -at noproc,noshm,no${NET_FS_LIST// /,no} >/dev/null
        eend $? "Some local filesystem failed to mount"


faccio lo stesso la modifica?
_________________
into the void we have to travel
Back to top
View user's profile Send private message
ErniBrown
Apprentice
Apprentice


Joined: 19 Jan 2005
Posts: 276
Location: Seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino...

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 10:46 am    Post subject: Re: [HOWTO] Volare con Gentoo Reply with quote

rust5 wrote:
faccio lo stesso la modifica?


Controlla prima a cosa fa riferimento ${NET_FS_LIST// /,no}, comunque direi di si'! dovrebbe essere sufficiente un
Code:
echo ${NET_FS_LIST// /,no}

_________________
There are 10 kind of people:
those who understand binaries and
those who don't.
Back to top
View user's profile Send private message
luna80
Veteran
Veteran


Joined: 01 Feb 2004
Posts: 1070
Location: switzerland

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:19 am    Post subject: Reply with quote

complimenti per il lavoro e grazie per averlo messo a disposizione di tutti!! :D
Back to top
View user's profile Send private message
AlterX
l33t
l33t


Joined: 03 Apr 2004
Posts: 754
Location: rm -rf /*

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:22 am    Post subject: Reply with quote

Ottimo, ottimo :lol:
Attivo subito delle interessanti opzioni dell'how-to!! 8)
Per il prelink...non saprei; quanto ci mette a prelinkare un sistema medio, dopo che eseguo un che emerge -u????
Back to top
View user's profile Send private message
PboY
Apprentice
Apprentice


Joined: 02 Feb 2005
Posts: 238
Location: Italia - Monza

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:28 am    Post subject: Reply with quote

complimeti.
bell'howto.
Back to top
View user's profile Send private message
BikE
Guru
Guru


Joined: 21 Dec 2004
Posts: 455
Location: Genova

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:31 am    Post subject: Reply with quote

AlterX wrote:

Per il prelink...non saprei; quanto ci mette a prelinkare un sistema medio, dopo che eseguo un che emerge -u????


A me ci mette circa un minuto...
Back to top
View user's profile Send private message
rust5
Tux's lil' helper
Tux's lil' helper


Joined: 03 Jun 2004
Posts: 80
Location: Melee Island

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:36 am    Post subject: Re: [HOWTO] Volare con Gentoo Reply with quote

ErniBrown wrote:

Controlla prima a cosa fa riferimento ${NET_FS_LIST// /,no}, comunque direi di si'! dovrebbe essere sufficiente un
Code:
echo ${NET_FS_LIST// /,no}


ok funziona, grazie mille
_________________
into the void we have to travel
Back to top
View user's profile Send private message
AlterX
l33t
l33t


Joined: 03 Apr 2004
Posts: 754
Location: rm -rf /*

PostPosted: Fri Mar 04, 2005 11:38 am    Post subject: Reply with quote

BikE wrote:
AlterX wrote:

Per il prelink...non saprei; quanto ci mette a prelinkare un sistema medio, dopo che eseguo un che emerge -u????


A me ci mette circa un minuto...


Perfetto!! :o
Back to top
View user's profile Send private message
bandreabis
Advocate
Advocate


Joined: 18 Feb 2005
Posts: 2094
Location: イタリアのロヂで

PostPosted: Wed Dec 07, 2005 3:54 pm    Post subject: Reply with quote

Bell'how to, provato oggi... e mi ha sminchiato tutto.. un sacco di errori in fase di boot (errori che non so come riportare)!!
Forse da marzo le cose sono cambiate e questo howto non è più attuale, o il mio PC ha qualche problema.

Cmq rimettendo tutto come prima, ora tutto è tornato OK.

Andrea
_________________
Il numero di post non fa di me un esperto! Anzi!
Back to top
View user's profile Send private message
BikE
Guru
Guru


Joined: 21 Dec 2004
Posts: 455
Location: Genova

PostPosted: Wed Dec 07, 2005 4:43 pm    Post subject: Reply with quote

bandreabis wrote:
Bell'how to, provato oggi... e mi ha sminchiato tutto.. un sacco di errori in fase di boot (errori che non so come riportare)!!
Forse da marzo le cose sono cambiate e questo howto non è più attuale, o il mio PC ha qualche problema.

Cmq rimettendo tutto come prima, ora tutto è tornato OK.

Andrea

Prova a rifare un passaggio alla volta e cerca di risovere gli errori :) non dovrebbe essere cambiato niente secondo me... io sto usando tutte le modifiche senza problemi..
Back to top
View user's profile Send private message
gutter
Moderator
Moderator


Joined: 13 Mar 2004
Posts: 7160
Location: Aarau, Aargau, Switzerland

PostPosted: Wed Dec 07, 2005 7:04 pm    Post subject: Reply with quote

bandreabis wrote:
Bell'how to, provato oggi... e mi ha sminchiato tutto.. un sacco di errori in fase di boot (errori che non so come riportare)!!
Forse da marzo le cose sono cambiate e questo howto non è più attuale, o il mio PC ha qualche problema.


La maggior parte delle cose penso siano ancora attuali. Che problemi hai avuto di preciso?
_________________
Registered as User #281564 and Machines #163761
Back to top
View user's profile Send private message
bandreabis
Advocate
Advocate


Joined: 18 Feb 2005
Posts: 2094
Location: イタリアのロヂで

PostPosted: Thu Dec 08, 2005 11:04 am    Post subject: Reply with quote

Mi spiace molto, ma considerando che non mi va di ripetere l'esperienza e che il mio sistema è velocissimo già così (ho seguito solo il punto 2), non credo che per il momento potrò riportare gli errori (coldplug quello che mi ricordo).

So che dovrei essere molto più altruista. Magari più avanti.

Sia chiaro che non voglio sminuire l'howto o dire che sia errato, dico solo che da me ho/ha fatto un po' di casotto. Ma che ho potuto senza problemi tornare indietro alla situazione di default.

Grazie e scusate ancora.
Andrea
_________________
Il numero di post non fa di me un esperto! Anzi!
Back to top
View user's profile Send private message
codadilupo
Advocate
Advocate


Joined: 05 Aug 2003
Posts: 3134

PostPosted: Thu Dec 08, 2005 2:20 pm    Post subject: Reply with quote

penso che il problema che hai avuto sia legato al parallel startup degli init script (che non é ancora troppo preciso, in alcune situazioni).

Puoi provare, se vuoi, a cambiare solo quello. Se ti da errore, hai individuato cosa non toccare mai sul tuo sistema ;-)

Coda
_________________
# emerge -C gelmini
Back to top
View user's profile Send private message
bandreabis
Advocate
Advocate


Joined: 18 Feb 2005
Posts: 2094
Location: イタリアのロヂで

PostPosted: Thu Dec 08, 2005 2:42 pm    Post subject: Reply with quote

La modifica in rc giusto?
Quella è ancora impostata e va tutto abbastanza bene (a parte cercare di far ripartire coldplug già avviato), gli altri problemi erano dovuti alle modifiche degli script.

Andrea
_________________
Il numero di post non fa di me un esperto! Anzi!
Back to top
View user's profile Send private message
Luca89
Advocate
Advocate


Joined: 27 Apr 2005
Posts: 2107
Location: Agrigento (Italy)

PostPosted: Thu Dec 08, 2005 6:54 pm    Post subject: Reply with quote

Io uso queste modifiche agli init-script su tutte le mie macchine, secondo me hai fatto tu qualcosa di sbagliato.
_________________
Running Fast!
Back to top
View user's profile Send private message
bandreabis
Advocate
Advocate


Joined: 18 Feb 2005
Posts: 2094
Location: イタリアのロヂで

PostPosted: Thu Dec 08, 2005 7:16 pm    Post subject: Reply with quote

Probabile, anche se credo di aver fatto le modifiche in modo esatto... non ho la certezza, per questo quando avrò tempo ci riproverò... e vi saprò dire.
_________________
Il numero di post non fa di me un esperto! Anzi!
Back to top
View user's profile Send private message
Sparker
l33t
l33t


Joined: 28 Aug 2003
Posts: 992

PostPosted: Fri Dec 09, 2005 10:21 am    Post subject: Reply with quote

Usare cdb come gestore della cache di portage:
http://forums.gentoo.org/viewtopic-t-261580-highlight-portage+cdb+speed.html
Velocizza di molto l'aggiornamento dei metadati eseguito alla fine di emerge sync
Back to top
View user's profile Send private message
kattivo
Guru
Guru


Joined: 28 Jan 2005
Posts: 450
Location: Treviso

PostPosted: Sat Dec 10, 2005 2:26 pm    Post subject: Reply with quote

L'ho letto un po in ritardo questo how to...
devo fare dei grossi complimenti...:P
Bravo bravo ! Credo sia uno dei migliori che abbia letto :)
_________________
Eurostep Consulting S.r.l.
Andrea P. <andrea@eurostep.it>
Back to top
View user's profile Send private message
cloc3
Advocate
Advocate


Joined: 13 Jan 2004
Posts: 4533
Location: http://www.gentoo-users.org/user/cloc3/

PostPosted: Thu Jan 12, 2006 8:40 am    Post subject: Re: [HOWTO] Volare con Gentoo Reply with quote

ErniBrown wrote:

6. E' necessario... prelinkare?

...

Altre informazioni qui e sul man di prelink


Era un anno che non mi occupavo più del prelink, perché, vista la mia predisposizione maniacale per l'aggiornamento sistematico, era diventata un'operazione noiosa. Oggi, ho cercato nuovamente questo post per una macchina che non intendo toccare a lungo e ho scoperto delle cose nuove, indicate proprio nell'howto linkato sopra.
Due cose mi sembra così importanti che prov ad evidenziare. Personalmente, le integrerei nel post, pur violando parzialmente il testo integrale della traduzione.

    1. Il prelink è diventato una funzione integrata di portage. Se è stato emerso il pacchetto prelink, tutti gli eseguibili vengono prelincati automaticamente all'atto della compilazione.
    2. Per far funzionare il prelink con kde, bisogna inserire il comando KDE_IS_PRELINKED="true" in /etc/env.d/99kde-env

_________________
vu vu vu
gentù
mi piaci tu


Last edited by cloc3 on Thu Jan 12, 2006 12:23 pm; edited 1 time in total
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Reply to topic    Gentoo Forums Forum Index Forum italiano (Italian) Risorse italiane (documentazione e tools) All times are GMT
Goto page 1, 2  Next
Page 1 of 2

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum